...via co' sti motorini, vvvia!!!

lunedì 30 marzo 2009

Craxi e l'inchiesta Mani Pulite

Ascoltata in tv: L'Italia partecipò al colpo di stato in Tunisia nel 1987.

Ecco perché è seppellito li, non perché era un ladro ricercato!

giovedì 19 marzo 2009

Pastore tedesco azzanna intero continente


Post da una blogger che io stimo molto...

Dopo i branchi di cani di Modica, un altro temibile canide prende per le palle l’intera popolazione africana.

La tournée di ratzi stava per iniziare, l’aereo non si era neanche staccato dalla pista, le lingue dei politici accorsi a salutarlo erano ancora incollate alle sue pie mani ingioiellate, che lui, da vera star mediatica, ne ha sparata subito una, di quelle grosse: “l’aids non si supera con i preservativi, serve un rinnovo spirituale della sessualità”. Il giorno dopo tutto il mondo parlava di lui, questo sì che è marketing. Oggi Germania e Francia attaccano il buon ratzi per le sue affermazioni mentre Frattini fa prontamente sapere che l’Italia si astiene da ogni commento ma è costretto a scriverlo perché la lingua srotolata gli si incastra continuamente nella cornetta del telefono. I nostri bravi politici sono costretti a lasciare l’aula: impossibile sedersi sugli scranni del parlamento mantenendo una posizione a 90 gradi. Commentare certe affermazioni è come sparare con un fucile a piombini ripieni di peperoncino in faccia a Borghezio: divertente, quindi procedo. Dargli del criminale è roba da poco, è un complimento, la chiesa cattolica apostolica romana nella figura di questo papa e dei suoi vescovi è un’associazione criminale ai fini del mantenimento del proprio potere economico e politico. La spiritualità non sanno neanche cosa sia, è solo una patetica cartuccia da sparare nelle coscienze annebbiate degli italiani, come un tranquillante per sedare i sensi di colpa. Come quelli che baciano i figli in fronte prima di andarsi a caricare una prostituta minorenne sulla colombo. Ratzi se fossi in te io almeno starei zitto, vuoi proprio che si parli di tutti quei bravi missionari che vanno in africa ad impartire benedizioni ai bambini ma senza usare le mani? O del fatto che la chiesa usi il continente africano come un cartellone del risiko sul quale giocarsi la fede contro i protestanti? Se passerà la legge criminale di berlusconi che consentirà ai miei vicini di costruire una villa con piscina sul pianerottolo in comune, io propongo di radere al suolo la città del vaticano, avendo cura di smontare la cappella sistina, e costruirci un mediaworld. Tanto in questo paese o ci si rincoglionisce in chiesa o nel centro commerciale di periferia, quindi nessuno noterebbe la differenza. Mi chiedo solo una cosa ma se in Sicilia al branco di randagi si può sparare a vista, a me che vivo in zona san pietro lo daranno il porto d’armi?


(Grazie a Identity
http://identitycrash.blogspot.com/)

ilaria

bravi nazi

Fascismo di ritorno

'n'amico me dice sempre:

"hanno 'mazzato Cristo e se so' vestiti de nero"


ma fateme capì 'na cosa sti parlamentari dissidenti del berlusca quanti so'? er coriere dice 101, l'altri giornali 170.
La Lega ieri ha votato con il pd, questi se ammutinano e solo la p2 (cicchitto), e i furbi(Gasparri) continuano a serrare le fila.
Provano a coprare le guardie, prima qualcuno sul blog citava la notizia di un aumento in busta paga, e guarda caso subito botte a chi protesta.

mmm ch'ariaccia...

sabato 7 marzo 2009

Daje beppe

Magnifico intervento a sky IN DIRETTA dopo 16 anni del Bepun nazionale. Ricordatevi che sulla Parmalat, sull'auto all'idrogeno, sulla Telecom ecc ecc è andata sempre come lui ripeteva da anni.

venerdì 6 marzo 2009

La Sinistra


"La parola sinistra ha per me tre radici dentro di se, nate nell'800.
La libertà, declinata in chiave libertaria e anarchica, estesa a tutta la vita delle persone.
Il socialismo, che attiene al miglioramento sociale e all'emancipazione economica.
Il comunismo, che tocca il tema della comunità umana.
Tre fonti unite e inseparabili, che insieme fanno la sinistra".

Edgar Nahum alias Morin


Hai capito sti francesi.

In questo ultimo periodo sto (ri)valutando parecchio gli intellettali francesi nell'ordine:
Micheal Foucault conosciuto tempo fa per il titolo di un prodigioso libro di Umberto Eco e di cui non sapevo assolutamente nulla, ritrovato poi in un video bello ma purtroppo non integrale in cui c'era una discussione IN TV tra lui e Noam Chomsky quindi impossibile per me non approfondire, vista la mia ignoranza sul filosofo francese. Devo ancora leggere un suo libro (mi manca il tempo pd), ma ora almeno so chi è.
Jacques Attali autore del libro che ho finito ieri sera Karl Marx, ovvero lo spirito del mondo, meravigliosa biografia dell'economista, filosofo, politico e quant'altro tedesco che mi ha fatto capire ancora meglio quanto sia bello essere di sinistra.
Bernard-Henri Lévy per un articolo letto sull'Unità e di cui ancora so troppo poco per esprimere una benchè minima opinione, ma a cui dovrò dare attenzione.
e oggi l'autore citato sopra Edgar Morin di cui ho letto solo un intervista e già adoro.
C'ha sempre ragione seve, pure sui franzosi me sa.

giovedì 5 marzo 2009

IO AMO QUEST'UOMO

"Mourinho è uno che dice quello che pensa, poi magari spesso pensa anche male. Però lo dice. Pensa male nel senso che pensa diversamente dagli altri e la stampa gli dà fin troppo spazio. Anche se dice una cosa banale, per i media diventa una cosa importantissima. E comunque dalla sua Inter mi aspettavo molto di più"

Zednek Zeman (vero maestro di vita altro che Do Nasciminto)

mercoledì 4 marzo 2009

FACCIALIBRO STRANO SOCIALNETWORK


CENSURA SU FACEBOOK


Il giornalista denuncia la mafia su Facebook.
E la sua pagina scompare…
Un messaggio in italiano. Freddo, burocratico.

“Sì dice così: il tuo account è stato disabilitato da un amministratore. Se hai domande o dubbi consulta le Faq”. Scompaiono così da Facebook centinaia di contatti ma soprattutto una intensa attività di comunicazione sulla mafia e la realtà siciliana. E la posta personale.

Nino Randisi è un giornalista. Un dirigente sindacale della sua categoria nell’isola, uno che ha preso molto sul serio il social networking come strumento di comunicazione civile: “Mica si potrà solo scrivere, ho mangiato, ho dormito e tutte quelle altre fesserie che si leggono, no? Si potrà pur comunicare qualcosa di più serio e di più drammatico?“.

“Avevo 500 amici. Ogni giorno pubblicavo video di YouTube sui latitanti più pericolosi. Mettevo materiali che scottano, tutta documentazione seria su argomenti importanti. E mi seguivano in molti. Adesso tutto quello che ho pubblicato finora è andato perso. Ma io non mi arrendo, mi sono rifatto l’account con altri dati e ho ripreso a pubblicare. Voglio proprio vedere cosa succede adesso. Pensa un po’, hanno tolto qualche pagina su Riina, ma ne hanno lasciato altre dove si parla di mafia in tono elogiativo, e il mio spazio, che è una pagina *contro* la mafia, me lo disabilitano?“

Sei sicuro che non te lo abbiano riattivato? Guarda che Facebook è in piena confusione tecnologica, a causa della sua crescita tumultuosa… Potrebbe essere solo un disguido…

“Macchè! Niente e la cosa più irritante è che non c’è nessuno cui scrivere. Non si trova un punto di riferimento in Italia. Questi signori chi li rappresenta? Con chi si deve parlare? Non è possibile che non ci sia un indirizzo cui scrivere”

http://zambardino.blogautore.repubblica.it/2009/03/04/

grazie a Monica del blog di grillo

lunedì 2 marzo 2009

La zanzara


http://www.radio24.ilsole24ore.com/radio24_audio/090224-lazanzara.mp3

Il link sopra riporta la puntata della trasmissione La Zanzara condotta dal prezzolato Giuseppe Cruciani, cerchiobottista patetico che difende lo status quo e attacca ferocemente tutti quelli che cantano fuori dal coro.
Il mio intervento sta poco dopo la metà della riga di buffer e intervengo come Maurizio da Roma.
Invito tutti non solo ad ascoltarmi, ma a fare lo stesso chiamando dalle 19 alle 21 tutti i giorni tranne il sabato e la domenica al numero verde 800240024 (poi ti richiamano loro, confindustria ha i soldi) però prima dovrete passare la censura preventiva che questi paladini dell'informazione attuano.
Praticamente prima ti passano un centralino (siate gentili con quelli che vi rispondono, che sono tutti lavoratori precari e rischiano il posto se passano telefonate troppo contro l'impavido conduttore), quindi usate argomenti soft per avere la chance di andare in diretta, poi una volta in diretta cantatene quattro a questi giornalisti prezzolati.
L'informazione dal basso ci salverà (almeno spero).


chiamate, chiamate, chiamate.

domenica 1 marzo 2009

Ascanio legge Icke?

L'Unità 01 Marzo 2009

Attenti al cioccolato

A Roma vogliono chiudere le gelaterie all'una di notte per motivi di ordine pubblico. La cioccolata è una pericolosa droga, un afrodisiaco che farebbe salire il testosterone, con chissà quali turbamenti. E il pistacchio, poi...

Risolvere problemi inventati

La nuova dottrina è geniale: inventare o ingigantire un problema, e offrire la soluzione. Semplice: se inventi un problema, poi è facile risolverlo.

Città depresse

Le seccature sono i problemi veri. Quelli sono difficili da affrontare e da risolvere: la crisi, il precariato, le città culturalmente depresse. Ma se il sindaco, o il premier, o il Papa identificano nelle gelaterie vuote una situazione pericolosa, un peccato di gola allora si chiudono, risolto tutto. Il gelataio sarà al sicuro.

Chiudetevi in casa

E se non basta arriveranno le ronde a vigilare. Sono "necessarie" perché le città sono insicure e abbandonate a se stesse. Le strade sono deserte. E' proprio così: lo sono perché ci hanno inchiodati dentro le nostre case, a guardare la televisione.

Anzi, no, uscite per le ronde

Così adesso ci fanno uscire di casa per fare le ronde. Invece dovrebbero creare occasioni culturali e portarci fuori a vivere la città, a spasso, a mangiare un gelato al pistacchio.


PROBLEMA - REAZIONE - SOLUZIONE