...via co' sti motorini, vvvia!!!

lunedì 9 febbraio 2009

Riflessioni


Il nano malefico vince davvero perchè da troppo tempo viene sottovalutato?
forse si!
Ma non è solo lui che viene sottovalutato, forse non viene considerato mai abbastanza il potere che l'omino ha.
Sottovalutare è un discorso, valutare male è un altro.
Secondo me è stato sempre valutato male il potere di convincimento che ha anche nell'elettorato che gli è avverso. Il solo fatto di sentire persone che non lo hanno mai votato dire: "criminalizzare berlusconi è un autogol" è già una risposta a quanto siano convincenti gli "intellettuali" di regime.
Difendere lo status quo non è un lavoro che viene fatto alla bene e meglio, è un lavoro minuzioso studiato e ristudiato per anni e la tecnica viene affinata ogni giorno che passa. Combattere contro questo mostro è incredibilmente sfiancante e si hanno sempre poche e piccole vittorie, ma le armi ci sono basta cercarle e usarle. Una su tutte:
LA FABBRICA DEL CONSENSO di Noam Chomsky.

Se lo schiavo ha rotto le catene lo ha fatto grazie alla lotta, se mai ci libereremo dalle nuove catene (il salario) avverrà solo con la lotta, qualunque essa sia (propaganda o armata).

ci sono vie alternative già sperimentate e soffocate nel sangue già negli anni 30 nella non lontanta Spagna.
Altro piccolo suggerimeto se mi posso permettere:
"Omaggio alla Catalogna" George Orwell soprattutto appendici 1 e 2

MEZZI DI PRODUZIONE IN MANO AI LAVORATORI!

Di certo non sono io in grado di dare delle alternative valide al 100%. Ogni qual volta si pone al professor Chomsky quale strada prendere la riposta che da è sempre la stessa: solo l'esperienza ci può dare le risposte più adeguate che non sono mai definitive.

Quindi mi rifaccio a quanto lui afferma: Negli anni 30 in spagna e a Barcellona per l'esattezza una risposta RIVOLUZIONARIA era stata data, ma venne soffocata nel sangue dai fascisti e dai comunisti.

Ripartire dai cittadini per i cittadini nei comuni.

Negli anni 30 in spagna ci fu la rivoluzione. Gli anarchici presero una parte di potere.

E' la storia più bella che abbia mai letto ma nessuno la insegna.
Le società produttive autonome sulla falsa riga di Libera di don Ciotti possono essere un inizio. Ma si può fare meglio, da persone accumunate solamente dalla stessa voglia di fare lo tesso lavoro....

La rivoluzione in Spagna almeno in parte l'hanno fatta, noi no.
Sotto scacco dagli usa e dalla mafia, ci è stato impedito di avviare una democrazia vera. "Impedire la democrazia in Italia" è stato scritto, è stato pure fatto.
E' l'ora di provare a cambiare questo Paese, la storia ce lo impone e forse stavolta il padrone ci lascerà stare, forse.


0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page